L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e testo

-Dino Fuoco-

Sabato 25 maggio, alle 17.00, OKAGON, manifestazione di Sport da Combattimento che vide la sua prima edizione nel 1996.

Oggi, OKTAGON rappresenta il meglio degli Sport da Combattimento in Europa. Ed è così da ventitré anni.

Un evento di Arti Marziali e Sport da Combattimento, ma all’interno di una cornice di pubblico fantastica, dove non c’è solo confronto tra atleti, ma spettacolo nello spettacolo, con tante personalità conosciute presenti, del mondo della tv, dello sport, della moda…

Innumerevoli i combattenti che hanno calcato il ring di questo evento, che, negli ultimi anni, prima con Bellator, ora con ONE, ha stabilito un sodalizio costante con il mondo delle MMA (ricordiamo , tra i protagonisti, Michele Verginelli, alcuni anni fa e Alessio Sakara, nel più recente passato, protagonista nell’edizione di Bellator).

Ma OKTAGON ed MMA sono un connubio esistente sin dai primi tempi, seppur con regolamenti modificati.

Nella Kickboxing e nella Muay Thai, basta ricordare alcuni nomi, per qualificare lo spessore di questo evento: Rob Kaman, Andre Mannaart, Paolo Biotti, Ramon Dekkers, André Panza, Giorgio Petrosyan, Andy Souwer, Sitthichai Sitsongpeenong, Sak Kaoponlek, Artur Kyshenko, Pedro Rizzo, Valentijn Overeem, Dzhabar Askerov, Cosmo Alexandre, Karapet Karapetyan, Rico Verhoeven, Artëm Levin, Sahak Parparyan, Davit Kiria, Robin Van Roosmalen, Murthel Groenhart, Armen Petrosyan, Pavel Zhuravlev, Paul Daley

Oggi, OKTAGON apre anche al Jiu Jitsu, con piccole modifiche regolamentari, rispetto alla versione IBJJF, ed in versione NOGI, a testimonianza della grande diffusione e crescita, sia in termini numerici, sia per quanto riguarda l’interesse, verso questo sport.

Due superfights: sette minuti di confronto, submission only. In caso di parità, tre minuti di extra time, con punti.

Tutto questo, per decretare il vincitore delle lotte.

Il protagonista dell’incontro principale sarà Luca Anacoreta, opposto al brasiliano Efraim Silva.

Superfight tra il miglior talento italiano ed il vincitore del Campionato Italiano di Fight1, nella divisione +75 kg.

Luca Anacoreta rappresenta ed ha rappresentato, questo sport ai massimi livelli, in Italia ed a livello internazionale.

Il più conosciuto ed apprezzato ambasciatore del Jiu Jitsu di casa nostra.

Un lottatore non solo spettacolare e tecnico, ma anche un ragazzo alla mano, portavoce dei migliori valori del Jiu Jitsu e delle Arti Marziali in generale.

Ma, all’interno di questo evento, vedremo protagonista anche il nostro Francesco Cesaro, diciotto anni compiuti da tre mesi, opposto ad Orion Lombardi, che ha vinto gli Italiani Fight1 nei -75 kg.

Inutile nascondere che, per Francesco, ma anche per tutti noi, sarà una giornata importantissima. Una giornata che ricorderemo e di cui saremo certamente fieri.

Misurarsi su un palcoscenico così prestigioso, ad una così giovane età, sarà motivo di grande orgoglio per tutta Accademia Kama e per il lavoro svolto in questi anni.

E, per Francesco, una opportunità di crescita e maturazione, che rafforzerà ulteriormente il suo bagaglio di esperienza, sicurezza e convinzione, contro un avversario più grande di età e con alle spalle anche combattimenti di MMA PRO.

Vincere ad OKTAGON rappresenta una vetrina ed una opportunità che poche altre organizzazioni possono offrire.

Sarà quindi importante esserci in massa, per sostenere il nostro giovane lottatore, e per esprimere nel migliore dei modi tutta la forza della nostra Accademia.

La preparazione si è svolta nel migliore dei modi, per cui sono ampiamente fiducioso e convinto che Francesco farà un bellissimo incontro, con cuore e determinazione, mostrando le sue capacità ed il suo Jiu Jitsu su un palcoscenico da sogno, per chiunque lotti o combatta.

I biglietti per assistere a questo evento, sono disponibili anche presso la nostra Accademia.

All’interno della manifestazione, è utile ricordarlo, oltre a combattimenti di Kickboxing e Muay Thai (tra i protagonisti Armen Petrosyan, Mustapha Haida, Martine Michieletto, Veronica Vernocchi e molti altri), saranno inseriti due combattimenti di Mixed Martial Arts: Ruotolo vs Michelis, al limite degli 84 kg e Tergoui vs Cirillo, al limite dei 77 kg.

Sport da Combattimento a trecentosessanta gradi, quindi.

Appuntamento a Monza, alla Candy Arena, alle 17 (l’inizio dell’evento sarà puntuale).


Terminato OKTAGON, i nostri agonisti si prepareranno per l’Italian BJJ OPEN di Firenze, che sarà organizzato l’8 ed il 9 giugno.

L’appuntamento clou della stagione sportiva del Jiu Jitsu italiano.

Ci saranno poi altre gare ed altri appuntamenti, ma questa gara è la più importante dell’intera stagione.

Ed è importante prendervi parte. Senza l’ansia di vincere a tutti i costi, ma con a convinzione di avere gli strumenti per poterlo fare, nel migliore dei modi.

Il Jiu Jitsu può permetterti di essere protagonista, in mille modi. E la gara è uno di questi.


Il 16 giugno è il giorno del RADUNO ANNUALE di Jiu Jitsu

Per chi lotta nelle competizioni, per chi non lotta, per gli agonisti, per gli amatori, per chi si diverte ad allenarsi nel Jiu Jitsu, questa non è una data da segnare in agenda, questa è LA data da segnare in agenda.

DOMENICA, 16 giugno, alle 14

Come sempre, una giornata ricca di sorprese e di emozioni.

Passaggi di cintura, per chi se lo sarà guadagnato, dieci minuti per confrontarsi sulla stagione che volge al termine (la migliore di sempre), in un clima in cui poter respirare e vivere che cosa rappresenti il Jiu Jitsu per tutti noi, così come per chi vi si sia avvicinato da poco tempo o, ancora, lo conosca solo attraverso la pratica di un amico, un fratello o un figlio e ne senta chiacchierare a casa.

Da annotare in agenda e, cosa più importante, ESSERCI.

Un’ora da dedicare a sé stessi ed alla propria Accademia, in cui ci si è allenati per parte o per tutta la stagione, per il primo anno, oppure per più tempo.

Saranno presenti anche i bambini del corso a loro dedicato ed i loro genitori.

Un corso su cui intendiamo, per il prossimo futuro, investire ulteriormente; già dal prossimo mese di settembre.

Promozioni e passaggi di cintura anche per i più piccoli lottatori della nostra Accademia.

Questo è quanto ci  attende tra pochi giorni, fino alla parte centrale del mese di giugno.

Ma non ci fermeremo di certo a giugno ed i progetti per la prossima stagione sono ancora più ambiziosi.

Ed anche di questo avremo modo di discutere il giorno del raduno.

 

Chiamaci
Mappa